Lo sviluppo industriale alla fine dl XVIII
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 2
Casagrande SA Bellinzona
p. 111
0
Industria XIV
Le officine meccaniche Rieter di Winterthur. Verso la metà del 19° sec. si sviluppa una nuova architettura funzionale per le fabbriche, con miglior illuminazione e una disposizione razionale dei macchinari. Le grandi dimensioni (si confronti la grandezza degli operai), la modernità delle tecnologie (la gru è a ponte mobile), e la funzione essenziale dell'energia (cinghie di trasmissione) danno un'idea della trasformazione industriale del paese.
Fonte
Gerth Roland

In
Zentralbibliothek Zürich
Casagrande SA Bellinzona
p. 190
0
Evoluzione costo della vita 1848-1914
Evoluzione del costo della vita tra il 1830 e il 1914. Prezzi medi, in centesimi, di alcune derrate di prima necessità
Fonte
Gerth Roland

In
Fonte sconosciuta
Casagrande SA Bellinzona
p. 53
0
Gallerie ferroviarie 1858
La galleria di Hauenstein, lungo il tratto Basilea-Olten, costruita dalla Ferrovia centrale svizzera, fu inaugurata nel 1858. L'incisione a ricordo dell'avvenimento ricorda i sacrifici necessari per vincere la montagna.
Fonte
Gerth Roland

In
Zentralbibliothek Zürich
Casagrande SA Bellinzona
p. 62
0
Importazione ed esportazione 1819 e 1914
Il commercio estero della Svizzera tra il 1891 e il 1914. Media annuale in milioni di franchi per le principali poste (ca. 3 milioni in più). Abbreviazioni bestiame m. = da macello/ bestiame a. = da allevamento/ A-H Austria-Ungheria/ As Paesi asiatici/ Bc Paesi balcanici/ EG Egitto/ NLI Indie Olandesi/ RU Impero russo
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 3
Casagrande SA Bellinzona
p. 76
0
Emigrazione svizzera transoceanica 1878-1930
Fonte
Rebmann Denise / Flach Robert

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 3
Casagrande SA Bellinzona
p. 86
0
Maglio a vapore della ditta Bell (ca. 1900)
L'operaio come appendice della macchina? Maglio a vapore della ditta Bell (ca. 1900).
Fonte
Archiv Bell / Kriens

In
Firmenarchiv Bell, im Staatsarchiv des Kantons Luzern
Armando Dadò Editore Locarno
p. 217
0
Fabbricazione degli orologi a La Sagne
Alla fine del XIX secolo la fabbricazione degli orologi viene meccanizzata ma la produzione rimane suddivisa fra piccole officine, come quella di La Sagne.
Fonte
Bibliothèque de la ville / La Chaux-de-Fonds

In
La vita quotidiana in Svizzera dal 1300
Armando Dadò Editore Locarno
p. 227
0
Manodopera femminile nella produzione orologiera
All'inizio del XX secolo la produzione orologiera viene razionalizzata nelle fabbriche con l'impiego di manodopera femminile.
Fonte
Bibliothèque de la ville / La Chaux-de-Fonds

In
La vita quotidiana in Svizzera dal 1300
Armando Dadò Editore Locarno
p. 231
0
Cucina fra Otto e Novecento
Cucina fra Otto e Novecento.
Fonte
Gebrüder König, Postkartenverlag, Köln

In
La vita quotidiana in Svizzera dal 1300
Armando Dadò Editore Locarno
p. 269
0
L'area insediativa nel 1850 e nel 1922
L'area insediativa nel 1850 e nel 1922. I dati per il 1850 sono tratti dal censimento della popolazione e sono stati rielaborati in base a una stima di 75 m2 per abitante; i dati del 1992 sono dell'Ufficio di pianificazione del territorio.
Fonte
Vetsch Peter / Coira

In
Storia dei Grigioni, vol. 3
Pro Grigioni italiano Coira / Edizioni Casagrande Bellinzona
p. 20
0
Occupati per settore economico 1860 - 1950
Occupati per settore economico nei Grigioni, 1860-1950 (su mille occupati). L'agricoltura, inizialmente dominante, passò in seconda posizione nel 1930 e in terza già nel 1950.
Fonte
Vetsch Peter / Coira

In
Storia dei Grigioni, vol. 3
Pro Grigioni italiano Coira / Edizioni Casagrande Bellinzona
p. 124
0
Sviluppo demografico dei Grigioni 1803 - 1950
Lo sviluppo demografico dei Grigioni, 1803-1950. La realizzazione di nuove infrastrutture dopo il 1880 (allacciamento stradale e ferroviario, incremento del turismo) provocò un sensibile aumento della popolazione. Il censimento del 1803, realizzato su iniziativa privata, e la prima rilevazione federale del 1850 forniscono i dati principali per la prima metà del secolo.
Fonte
Vetsch Peter / Coira

In
Storia dei Grigioni, vol. 3
Pro Grigioni italiano Coira / Edizioni Casagrande Bellinzona
p. 116
0
Nascite e decessi nei Grigioni 1871 - 1950
Le nascite, i decessi e l'eccedenza delle nascite nei Grigioni, 1871-1950 (media di cinque anni su mille abitanti). Dopo il 1920 il tasso di mortalità diminuì più rapidamente di quello di natalità; di conseguenza l'eccedenza di nascite si mantenne stabile.
Fonte
Vetsch Peter / Coira

In
Storia dei Grigioni, vol. 3
Pro Grigioni italiano Coira / Edizioni Casagrande Bellinzona
p. 116
0
Natalità e mortalità dal 1871 al 1980
Natalità e mortalità dal 1871 al 1980
Fonte
Rebmann Denise / Flach Robert

In
Nuova storia della Svizzera e degli Svizzeri, vol. 3
Giampiero Casagrande Lugano/Bellinzona
p. 108
0
Carta d'Europa verso il 1870 / caricatura
La carta d'Europa intorno al 1870, una incisione francese su legno, mostra la Confederazione svizzera circondata completamente da Stati monarchici. Essere l'unica repubblica del tempo era ancor più difficile, dato che gli stati vicini accentuavano vigorosamente il proprio spirito nazionalistico.
Fonte
Zentralbibliothek Zurigo

In
La Svizzera dal formarsi delle Alpi agli interrogativi riguardanti il futuro
Ex Libris
p. 79
0
Fortificazioni / caricatura / 1887
Fortificazioni - "Dopo il Gottardo, il Cervino (immagine senza parole)"; caricatura pubblicata sul Nebelspalter, n. 47, 1887. Il giornale satirico reagì alla sua maniera alla richiesta rivolta alla stampa dal Dipartimento militare federale di mantenere un maggiore riserbo sulle fortificazioni del Gottardo.
Fonte
Nebelspalter, n. 47, 1887

In
Dizionario storico della Svizzera, vol. 5 (DSS)
Armando Dadò Editore, Locarno
p. 49
0
La Scuola professionale di Poschiavo
La scuola professionale fu istituita nel 1929, in un'epoca di crisi: le tradizionali possibilità d'emigrazione erano ormai tramontate, mentre le attività moderne in valle (ferrovia e industria idroelettrica) erano svolte in buona parte da personale proveniente da fuori. Con una miglior formazione professionale in campo artigianale, tecnico e commerciale si voleva dare ai giovani poschiavini la possibilità di trovare impieghi interessanti in valle.
Fonte
TSI, Il Quotidiano 01.11.2005


La vecchia centrale elettrica di Campocologno
All'epoca della sua costruzione (1907) era una delle centrali più moderne e potenti d'Europa. Nel 1970 la centrale di Campocologno fu smantellata e al suo posto entrò in funzione un nuovo impianto in buona parte automatizzato. Il servizio filmato illustra sia la vecchia costruzione, sia i nuovi impianti.
Fonte
TSI, Il Regionale, 16.01.1970


Caspar Decurtins: una figura politica originale
Caspar Decurtins (1855-1916) fu uno degli uomini politici più importanti e più originali del Grigioni moderno. Conservatore e difensore di valori politici tradizionali, assunse posizioni molto vicine a quelle dei socialisti sulle questioni sociali e nella difesa dei diritti dei lavoratori. Divenne così uno dei leader svizzeri del cattolicesimo sociale.
Fonte
TSI, Solo due minuti, 27.02.1999