Le lingue del Canton Grigioni
Nel Canton Grigioni, oltre all'italiano ed al tedesco, si parlano ben cinque dialetti romanci (vedi carta). Una prima sommaria suddivisione si può fare tra sursilvano, sottosilvano, surmirano e ladino (Putèr e Vallader). La molteplicità ed in pari tempo la precaria sopravvivenza del romancio provengono dal fatto che allo spazio linguistico retoromancio fa difetto un proprio centro economico e culturale urbano. I presupposti topografici e la storia possono rappresentarne ulteriori motivi (ved. Storia pag. 69). Le sparse e frammiste isole linguistiche tedesche (Obersaxen, Vals, Avers, ecc.) sono il risultato delle migrazioni dei Walser (ved. carta e legenda a pag. 435).
Fonte
Roland Gfeller-Corthésy / Beatrix Wetter

In
La Svizzera dal formarsi delle Alpi agli interrogativi riguardanti il futuro
Ex Libris
p. 441
0
Gli impegni per il futuro / quattro immagini da "Alle Jahre wieder saust der Presslufthammer nieder"
Gli impegni per il futuro.
Fonte
Jörg Müller, Sauerländer, Aarau / 1973

In
La Svizzera dal formarsi delle Alpi agli interrogativi riguardanti il futuro
Ex Libris
p. 634
0
Il settimanale poschiavino "Il Grigione italiano"
Pubblicato dal maggio 1852 (con una breve interruzione nel 1892-93), il più vecchio periodico grigionitaliano ha festeggiato nel 2002 i 150 anni di vita, rievocati in questo servizio televisivo attraverso alcune interviste. Espressione delle idee liberali al suo inizio, il foglio si spostò in seguito su posizioni più moderate, per poi avvicinarsi agli ambienti cattolici conservatori nella prima metà del XX secolo. Il settimanale trattava in passato, da un punto di vista locale, temi economici, sociali, politici e religiosi d'interesse generale; oggi è essenzialmente un foglio di cronaca e annunci locali.
Fonte
TSI, Il Quotidiano, 28.07.2002.