Istituzioni Repubblica Elvetica
Schema semplificato delle istituzioni della Repubblica elvetica "una e indivisibile"
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 2
Casagrande SA Bellinzona
p. 161
0
Crescita demografica 1798-1850
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 2
Casagrande SA Bellinzona
p. 178
0
Struttura popolazione attiva 1800-1970
Struttura della popolazione attiva (1800-1970) Fino al 1930 le persone esercitanti una attività a tempo parziale non figurano nelle statistiche: dal 1941 sono comprese nel totale delle persone attive.
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 2
Casagrande SA Bellinzona
p. 183
0
I regimi politici cantonali 1874
Fonte
Gerth Roland

In
Nuova storia della Svizzera e degli svizzeri, Vol. 3
Casagrande SA Bellinzona
p. 34
0
La popolazione di Berna festeggia la caduta del patriziato nel 1798
La popolazione di Berna festeggia la caduta del patriziato nel 1798. Al suono della Marsigliese, eseguita da una banda militare francese, viene innalzato l'albero della libertà. Acquerello di Karl Howald.
Fonte
Acquarello di Karl Howald / Bürgerbibliothek Bern

In
Bugerbibliothek Bern, Mss.h.h. XXlb.365, p.72
Armando Dadò Editore Locarno
p. 239
0
I Grigioni e la Valtellina
I Grigioni e la Valtellina nell'ambito conflittuale della politica di egemonia in Europa, verso il 1600. Mentre importanti valichi alpini conducevano attraverso i Grigioni, la Valtellina rappresentava un corridoio di collegamento tra l'Austria e il ducato di Milano, possedimento del ramo spagnolo degli Asburgo.
Fonte
Vetsch Peter / Coira

In
Storia dei Grigioni, vol. 2
Pro Grigioni italiano Coira / Edizioni Casagrande Bellinzona
p. 137
0
La Confederazione dal 1536 al 1798
Dopo la conquista del Vaud e del Vallese inferiore (1536), la consistenza territoriale della Confederazione rimase essenzialmente invariata sino al crollo del 1798. Le scissioni politiche e confessionali originate dalla Riforma impedirono un'ulteriore espansione verso l'esterno ed il consolidamento e l'integrazione all'interno.
Fonte
Roland Gfeller-Corthésy / Beatrix Wetter

In
La Svizzera dal formarsi delle Alpi agli interrogativi riguardanti il futuro
Ex Libris
p. 61
0
Invasione francese del 1798
L'intervento dei francesi nel 1798 era diretto soprattutto contro il dominio dei patrizi di Berna. Tra il 1792 e il 1797 i francesi avevano già occupato vaste zone dell'episcopato di Basilea; nel 1798 occuparono anche il Vaud chiedendo la resa di patrizi. Il 2 marzo 1798 i francesi attaccarono con 40000 uomini (contro 20000 bernesi). Friburgo e Soletta si arresero il giorno stesso mentre i bernesi furono sconfitti il 5 marzo presso Fraubrunnen e Grauholz. Poco dopo mezzogiorno i francesi fecero il loro ingresso a Berna. Gli altri Cantoni della Confederazione prestarono a Berna solo un aiuto di modesta entità e dopo la caduta di Berna si arresero senza quasi opporre resistenza.
Fonte
Roland Gfeller-Corthésy / Beatrix Wetter

In
La Svizzera dal formarsi delle Alpi agli interrogativi riguardanti il futuro
Ex Libris
p. 73
0
Conseguenze dell'Atto di Mediazione sul Grigioni italiano
Con l'Atto di Mediazione del 1803 i Grigioni diventarono un Cantone svizzero: l'intervento di Bonaparte metteva fine a un periodo d'incertezza e di disordini che avevano coinvolto anche le vallate grigionitaliane, trascinate in modo diverso nei tentativi di rivoluzionare la vecchia Confederazione svizzera. Nel contributo si esaminano le implicazioni specifiche di quegli eventi per Poschiavo, Bregaglia, Mesolcina e Calanca.
Fonte
RSI Rete 1, Voci del Grigioni italiano, 02.05.2003


I Grigioni nel periodo della Repubblica elvetica
Gli sconvolgimenti portati dalla Rivoluzione francese e dalla Repubblica elvetica sono stati vissuti e ricordati in modo prevalentemente negativo nella storia e nella memoria grigione. Quel periodo è infatti legato alla perdita della Valtellina, alla fine dello Stato libero delle Tre Leghe, all'occupazione da parte di eserciti stranieri e al tentativo d'introdurre novità politiche sgradite.
Fonte
RSI Rete 2 Zolle - Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica, 04.11.2002


Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica (1798-1802)
Quattro schede sulla storia e la memoria di quegli anni a cavallo del 1800 per le due vallate del Moesano: la situazione alla fine del XVIII secolo, la resistenza della popolazione contro gli sconvolgimenti del tempo, la volontà di rinnovamento di una minoranza e il tentativo fallito di unione con il Ticino.
Fonte
RSI Rete 2 Zolle - Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica, 05-08.11.2002


Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica (1798-1802)
Quattro schede sulla storia e la memoria di quegli anni a cavallo del 1800 per le due vallate del Moesano: la situazione alla fine del XVIII secolo, la resistenza della popolazione contro gli sconvolgimenti del tempo, la volontà di rinnovamento di una minoranza e il tentativo fallito di unione con il Ticino.
Fonte
RSI Rete 2 Zolle - Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica, 05-08.11.2002


Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica (1798-1802)
Quattro schede sulla storia e la memoria di quegli anni a cavallo del 1800 per le due vallate del Moesano: la situazione alla fine del XVIII secolo, la resistenza della popolazione contro gli sconvolgimenti del tempo, la volontà di rinnovamento di una minoranza e il tentativo fallito di unione con il Ticino.
Fonte
RSI Rete 2 Zolle - Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica, 05-08.11.2002


Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica (1798-1802)
Quattro schede sulla storia e la memoria di quegli anni a cavallo del 1800 per le due vallate del Moesano: la situazione alla fine del XVIII secolo, la resistenza della popolazione contro gli sconvolgimenti del tempo, la volontà di rinnovamento di una minoranza e il tentativo fallito di unione con il Ticino.
Fonte
RSI Rete 2 Zolle - Mesolcina e Calanca all'epoca della Repubblica Elvetica, 05-08.11.2002